QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

SCUOLA, L'ISTITUTO D'ARTE 'VENTURI' DI MODENA RISTRUTTURATO DALLA BATEA DI CONCORDIA

La cooperativa ha messo in sicurezza l'edificio inagibile dal sisma 2012

 

SCUOLA, L

Sono stati eseguiti dalla cooperativa Batea di Concordia i lavori di messa in sicurezza della sede di via dei Servi dell'Istituto d'arte Venturi di Modena, riaperto lunedì 7 gennaio. Finite le vacanze di Natale oltre 900 studenti hanno potuto rientrare in un edificio più moderno, sicuro e funzionale situato in pieno centro storico.

«Abbiamo concluso l'intervento di consolidamento e ripristino dei danni causati dal sisma del 2012, a seguito del quale la scuola era stata dichiarata inagibile – afferma il presidente della Batea Leonardo Luppi - I lavori eseguiti migliorano le prestazioni sismiche dell'edificio grazie a rinforzi strutturali e all'installazione nelle murature di oltre 400 catene antiribaltamento. L'intervento, che ha evidenziato le varie sovrapposizioni costruttive e trasformazioni effettuate nel corso dei secoli in un edificio del '600, ha richiesto tre mesi in più rispetto al cronoprogramma originale. Ciò ha consentito di migliorare gli impianti di distribuzione del riscaldamento e dell'idrico sanitario, oltre a ulteriori interventi di risanamento, la cui necessità è emersa nel corso del cantiere».

I lavori, costati 2,308 milioni di euro, sono stati finanziati con i fondi regionali per la ricostruzione e della Provincia (825 mila euro). La società appaltatrice è il consorzio Integra di Bologna, che dal maggio 2018 ha incaricato come ditta esecutrice la cooperativa Batea di Concordia (aderente a Confcooperative Modena), a seguito della domanda di concordato fallimentare presentata in tribunale dalla precedente impresa appaltatrice.