QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

IL GUSTO DELLA COOPERAZIONE TRA I BANCHI DI SCUOLA DELL'ISTITUTO 'ORIO VERGANI' DI FERRARA

Gli studenti hanno partecipato a una originale lezione dedicata alle eccellenze gastronomiche dell'Emilia Romagna e all'importanza del mondo cooperativo

 

IL GUSTO DELLA COOPERAZIONE TRA I BANCHI DI SCUOLA DELL

Giovedì 31 gennaio, presso il Polo Scolastico "Vergani - Navarra", sede Orio Vergani (Ferrara), FedAgriPesca Confcooperative Emilia Romagna e Confcooperative Ferrara hanno organizzato un'insolita lezione finalizzata a promuovere la conoscenza delle tipicità enogastronomiche dell'Emilia Romagna, che contraddistinguono questo territorio e lo rendono famoso in tutto il mondo, e l'importanza del mondo cooperativo all'interno del tessuto produttivo imprenditoriale regionale, dove la forma cooperativa ricoprire un ruolo da protagonista.

Alla lezione svoltasi in aula magna erano presenti quattro classi di quarta per un totale di circa novanta studenti; il dott. Daniele De Leo, esperto in comunicazione agroalimentare con particolare attenzione alle tipicità territoriali (DOP – IGP), ha condotto l'anomala lezione in maniera molto interattiva.

Insieme a De Leo, Davide Pieri, di FedAgriPesca Confcooperative Emilia Romagna, ha sottolineato l'importanza ed i valori distintivi delle realtà cooperative non solo in campo agroalimentare ma anche in tutti i settori produttivi e socio-assistenziali; durante l'incontro, gli studenti hanno dimostrato un'ottima preparazione di base e sono stati coinvolti nelle riflessioni con prove pratiche ed improvvisazioni fino ad arrivare ad ipotizzare la costituzione di una cooperativa.

All'incontro era presente anche Roberto Crosara, Presidente di Confcooperative Ferrara, che ha sottolineato ai ragazzi come oggi, per poter emergere in un mercato sempre più indifferenziato, occorra puntare sul saper fare, sull'orgoglio, la passione e la tradizione che da sempre contraddistinguono le donne e gli uomini di questa regione, saperi che oggi possono fare la differenza e che costituiscono un “tesoro” da far fruttare.

Il Presidente ha ricordato in particolare l'importanza del mondo cooperativo in tutti i settori, la valenza specifica della cooperazione (elemento aggregante in una società impostata sull'individualismo) che può e potrà essere una risorsa anche nel difficile mondo globale in cui stiamo vivendo e che tende a standardizzare tutto verso il basso.

Crosara ha invitato i ragazzi ad andare a trovarlo in Confcooperative Ferrara, aperta e pronta a fornire supporto e servizi, ed ha invitato gli studenti a porsi dei sogni ed a mordere la vita per riuscire a realizzarli; il Presidente ha concluso il proprio intervento proponendo il video realizzato per i 60 anni della Confcooperative Ferrara che si celebrano proprio quest'anno.

Alla lezione hanno partecipato anche Marco Borgatti e Angela Fontebuoni, responsabili della qualità di Patfrut, importante realtà territoriale.

Patfrut è una cooperativa di prima grandezza per la coltivazione e la commercializzazione di due prodotti ortofrutticoli di alta qualità, come la Pera dell'Emilia Romagna e la Patata di Bologna, da tempo conosciuti ed apprezzati anche oltre i confini del nostro Paese; la cipolla ed un'ampia gamma di altre produzioni tipiche del territorio completano la gamma dei prodotti lavorati.

Collegandosi alla pagina Facebook aziendale, tramite immagini ed un video illustrante varie fasi di lavorazione dei prodotti nei diversi siti produttivi, Marco ed Anna hanno potuto mostrare direttamente le attività svolte da Patfrut e l'importanza degli investimenti effettuati per poter remunerare al meglio le produzioni dei soci.

Oggi Patfrut conta più di mille soci che danno lavoro fisso a 50 persone a cui si devono aggiungere i circa 200 lavoratori stagionali impiegati nei vari momenti di picco delle campagne prodotto; il processo produttivo di Patfrut si svolge nel rispetto delle più note certificazioni di Sistema per la qualità (ISO 9001, BRC, IFS, GLOBALGAP – EUREPGAP) e nel rispetto delle certificazioni per il Sistema di Gestione Ambientale (ISO 14001 e Reg. 761/01 EMAS) e questo assicura un vantaggio competitivo importante per produzioni con basse marginalità.

Si è cercato di analizzare l'importanza delle produzioni di qualità, nelle quali l'Emilia Romagna eccelle come prima regione in Italia ed in Europa (sono 44 i prodotti DOP ed IGP), che devono poter essere acquistate ad un giusto prezzo, per consentire ai produttori di coprire i costi produttivi, sempre più alti, mantenendo un guadagno sufficiente al proseguimento dell'attività.

A tutti gli studenti è stata distribuita la guida “Emilia Romagna – Il Gusto della Cooperazione”, filo conduttore della lezione; l'incontro, che si è concluso con un festoso assaggio di alcuni prodotti portati dagli originali docenti, è stato curato e realizzato grazie alla disponibilità ed alla passione dei professori, Elisa Bergonzoni, Alessandra Gunalachi, Elisabetta Martini, Licia Moretto, Chiera Rondinelli e Maria Rosaria Testa, coordinati dalla responsabile del Polo Scolastico, Dott.ssa. Roberta Monti, sempre attenta alle esperienze interessanti, che ha portato il proprio saluto all'inizio dell'incontro.